+39 392 1151572

Una ricerca fatta dalla Google mostra che i consumatori hanno poca pazienza con siti non adeguati agli smartphone.

I consumatori hanno poca pazienza con siti ed e-commerce fatti male. Quasi la metà non torna più al sito web non adatto agli smartphone. La ricerca fatta da google mostra queste informazioni, ed è stata fatta su 1.011 utenti che utilizzano gli smartphone. Una delle scoperte più significative è che gli utenti non tollerano siti mobile fatti male e vanno a cercare siti della concorrenza che offrano un’esperienza migliore.

In accordo con la ricerca, il 43% dei consumatori che hanno avuto un’esperienza negativa su un sito mobile cercano quello che desiderano nel sito della concorrenza. I problemi principali riscontrati nella ricerca sono: elevato tempo di caricamento della pagina e informazioni difficili da essere reperite.

Come afferma il detto: “la prima impressione è quella che conta”. Infatti il 41% degli utenti della ricerca ha affermato che dopo una cattiva esperienza nel sito web difficilmente ci fanno ritorno.

Dati mostrano informazioni allarmanti per chi ha intenzione di vendere o ottenere un buon posizionamento tra i siti mobile. Su 4 siti per cellulari 3 ci impiegano 20 secondi per caricarsi.

Il problema sta che il 53% dei consumatori perde la pazienza dopo appena 3 secondi. L’aspettativa del consumatore è quella di trovare le informazioni che desidera istantaneamente.

La ricerca mostra che i consumatori si sentono attratti da siti che offrono un’esperienza più personalizzata. Più della metà degli utenti preferiscono comprare in siti mobile o app che permettono il salvataggio delle preferenze. Il numero di questi utenti è maggiore nella fascia tra i 18 e i 34 anni.

Metà dei consumatori afferma di preferire siti che raccomandano prodotti o marchi basati sugli ultimi acquisti effettuati. Ultimo dato, il 49% dei consumatori afferma di preferire siti che danno consigli sulle ultime tendenze.

In base a questi dati, Google consiglia cambiamenti nell’organizzazione del sito. I principali cambiamenti devono essere: implementare l’assistenza multicanale, migliorare la qualità del contenuto del sito mobile e togliere il più possibile le informazioni inutili.

Fonte Exame.com

Share This